La raccolta porta a porta dei rifiuti – Purtroppo emergono molti disagi


Attualmente uno degli argomenti trattati più frequentemente da chi vive nel comune di Borgo San Lorenzo è la raccolta porta a porta dei rifiuti.

Tutti d’accordo sull’importanza della differenziata, ma purtroppo emergono molti disagi a causa di una gestione, ad oggi, ancora non ottimale. In un contesto urbano dotato ormai di numerose palazzine e aree private, spesso con appartamenti sempre più piccoli e razionalizzati, la raccolta differenziata porta a porta rappresenta un enorme disagio. 

Avendo notato le molteplici segnalazioni fatte su tale argomento da chi vive nel nostro comune, abbiamo parlato sia con privati cittadini che con gestori di esercizi commerciali e sono emerse quelle che sembrano essere le principali criticità del servizio.

 

  • Per  quanto riguarda i privati, il disagio maggiore risulta essere lo spazio dove collocare i diversi contenitori della differenziata; questo perché non tutti nelle proprie abitazioni dispongono di locali (come balconi, garage, giardini… ) dove poterli ubicare affinché non risultino di intralcio. I più infatti sono costretti a mettere tali contenitori in spazi “impropri”, come corridoi, disimpegni o bagni; ne consegue il problema dei cattivi odori, soprattutto durante la stagione estiva in cui le alte temperature possono rendere queste situazioni invivibili.

 

  • Altro punto critico è la cadenza della raccolta degli imballaggi: un solo ritiro a settimana non è sufficiente dato che la maggior parte di ciò che si acquista presenta confezioni o supporti in plastica da gettare.

 

  • Per ciò che concerne invece gli esercizi commerciali, il problema dello stoccaggio risulta essere il maggiore: soprattutto bar e ristoranti  producono quotidianamente grandi quantità di rifiuti e per questo sono costretti ad affollare con sacchi e bidoni le piazze e le vie del paese. Tutto ciò risulta amplificato nel centro storico, con gravi ripercussioni sul decoro urbano.

 

In molti altri paesi la raccolta differenziata è praticata già da tempo, ma ad esempio offrendo incentivi ai cittadini virtuosi che consegnano spontaneamente l’immondizia da riciclo traendone degli sconti dalla tassa sui rifiuti.

Questa soluzione si è dimostrata la più efficace ma anche la più giusta, dove tutti traggono un vantaggio e non solo i pochi addetti che lavorano ai compostaggi. Discorso certo materiale, ma che potrebbe portare alla risoluzione di molti disagi.

 

Vi segnaliamo che è attivo il form per segnalazioni a gestore raccolta rifiuti

Dillo ad ALIA